Esame Baropodometrico

L’esame baropodometrico è un test computerizzato importante per valutare la qualità dell’appoggio del piede a terra, ed eventuali situazioni di sofferenza tramite l’uso di una pedana baropodometrica.

 

Dove effettuare un esame baropodometrico a Palermo.

Allo Studio Alagna presso la sede di Palermo, l’esame baropodometrico può essere effettuato come parte dell’iter di valutazione diagnostica. Il paziente viene valutato clinicamente e tramite esami strumentali con l’obiettivo di individuare efficacemente eventuali situazioni di sofferenza, e proporre la terapia adatta. Visitate la sezione contatti per prenotare la vostra visita. Lo studio si trova  in via G. Sciuti, 15 a Palermo. 

Come si effettua l’esame baropodometrico

Il soggetto deve eseguire una semplice camminata spontanea e disinvolta su una pedana con sensori digitali, che trasmette delle informazioni sulla pressione del piede esercitata sulla superficie plantare e analizza quindi la presenza o meno di alterazioni pressorie esercitate dal piede durante l’esecuzione del passo.

baropodometrico

 

Si possono analizzare diversi aspetti della camminata quali la proiezione della linea di carico, le superfici occupate, i tempi d’appoggio e non. Questo tipo di esame è una indagine strumentale che nel corso dei decenni ha subito notevoli progressi nello studio e nella prevenzione dell’insorgenza di patologie che coinvolgono il piede e la funzione da esso svolta e cioè il passo.

Esistono principalmente due tipi di esami eseguibili in baropodometria ed entrambi si attuano utilizzando una pedana: l’esame statico e l’esame dinamico.

L’esame statico permette di cogliere una “foto” istantanea delle pressioni esercitate dall’ appoggio dei piedi al suolo e, a seconda del software appartenente alla pedana, vengono fornite al podologo in tempo reale innumerevoli dati sulla distribuzione e sui picchi pressori in ogni singolo quadrante e porzione anatomica del piede.

L’esame dinamico, invece, fornisce dati in merito ai tempi di appoggio, di oscillazione e le relative pressioni esercitate durante il carico; dal software vengono formulate istantaneamente delle immagini che mostrano graficamente l’andamento derivante dalla deambulazione del soggetto preso in esame.

2 - Esame baropodometrico dinamico (Fonte: www.primocecilia.com)

2 – Esame baropodometrico dinamico (Fonte: www.primocecilia.com)

 

Questo test è indicato sopratutto per lo studio del piede pediatrico ( piattismo, varismo, valgismo ) ed anche per l’approfondimento diagnostico nell’adulto con problemi di appoggio ( metatarsalgia, talloniti, fascite plantare etc.), oltre ai soggetti diabetici con problemi vascolari e negli sportivi, dove i disturbi da sovraccarico sono molto frequenti (maratoneti), ma può essere utile a tutte le persone che hanno problemi di deambulazione o di deformazione ( alluce valgo, dita a martello), oppure presentano ipercheratosi (callosità) o lamentano disturbi al ginocchio, all’anca o alla colonna vertebrale.

 

Come si procede dopo l’esame?

Dopo aver effettuato lo studio baropodometrico e svolto l’esame podoscanner, che consente di scannerizzare l’immagine del piede in dimensioni reali, è indicato procedere con la realizzazione di una soletta personalizzata per migliorare il difetto di distribuzione del carico del paziente e riequilibrare la patologia deambulatoria.

La realizzazione del plantare su misura viene effettuata direttamente in studio presso la sede di Palermo, l’esame baropodometrico può essere poi effettuato nuovamente dopo un periodo di tempo concordato, per valutare gli effetti della terapia.