menu
Osteopatia e Lombosciatalgia
« Torna a Blog

Osteopatia e Lombosciatalgia

La lombosciatalgia meglio conosciuta come sciatica è un’ infiammazione del nervo ischiatico o sciatico che origina dalle fibre provenienti dalla quarta e quinta vertebra lombare e dalla prima vertebra sacrale.

Come riconoscere un dolore lombare da una lombosciatalgia vera?

Il dolore lombare classico è un dolore localizzato alla zona lombare e può essere a barra o puntiforme mentre il dolore da lombosciatalgia è un dolore che coinvolge anche la regione glutea, la coscia e la gamba sino ad arrivare al piede.

Questo dolore diffuso si ha perché una compressione reale del nervo sciatico nella zona di emergenza del nervo e quindi il più vicino possibile alle vertebre determina un dolore lungo tutto il suo decorso causando formicolii, parestesie, sino ad arrivare, nei casi più gravi, a perdita di forza e di sensibilità.

Quali sono le cause scatenanti una lombosciatalgia?

Le cause scatenanti possono essere:

  • Ernia del disco: L’ernia del disco è una fuoriuscita del nucleo polposo dall’anello fibroso che lo contiene. In questo caso l’ernia restringe in forame di coniugazione tra le due vertebre comprimendo il nervo
  • Artrosi: patologia infiammatoria in cui due articolazioni iniziano a toccarsi e inizialmente si infiammano e la conseguenza sarà un aumento di tessuto osseo. Questo aumento anomalo determinerà un restringimento del passaggio nervoso con conseguente compressione
  • Stenosi lombare: La stenosi è restringimento del canale midollare con conseguente compressione delle radici nervosi
  • Spondilolistesi: Condizione patologica che determina uno scivolamento avanti o indietro di una vertebra rispetto alla sovrastante. Questo avanzamento del corpo vertebrale e una conseguente riduzione del forame di coniugazione, posso irritare le radici nervose causando lombosciatagia.
  • Anomale tensioni muscolari: contratture o stiramenti muscolari soprattutto in sportivi o persone che svolgono lavori usuranti possono creare compressioni delle radici nervose

Infine alcune patologie autoimmuni come il morbo di kron, la retto-colite-ulcerosa o la psoriasi artrodisiaca possono, a seguito di un sovraccarico organico causato da un malessere intestinale continuo, portare ad una compressione del nervo sciatico.

Come interviene L’Osteopatia? 

Proprio per le svariate cause che posso portare ad una lombosciatalgia, il trattamento osteopatico sarà variabile da persona a persona.

Ogni paziente ha la sua storia clinica ed un suo vissuto, sarà compito dell’osteopata andare a cercare la causa scatenante che determina la compressione nervosa.

Sicuramente il fine sarà sempre lo stesso in ogni caso clinico e cioè liberare le radici nervose dalla compressione che le irrita e ridare mobilità alla zona lombare attraverso il trattamento osteopatico.

Dott. Roberto Gennaro